top of page
Cerca
  • drandreacandotti

Posizionamento impianti #25, #26, #27 e grande rialzo di seno mascellare con osso autologo

Aggiornamento: 28 ago 2021

Talvolta capita di dover estrarre alcuni elementi che da un punto di vista funzionale e/o estetico non sono più conservabili a causa di motivazioni differenti (restaurative, parodontali, endodontiche, ecc).

In questo caso, l'elemento #26 non era più mantenibile a causa di una profonda carie distale ed è stato pertanto estratto.

In seguito alla guarigione ossea (circa 4 mesi dall'estrazione) sono stati posizionati 3 impianti in posizione #25, #26, #27 contestualmente all'intervento di Grande Rialzo di Seno Mascellare. Quest'ultimo è stato realizzato al 100% con osso autologo (del paziente) con prelievo dalla branca montante e dal tuber mascellare.

Durante la guarigione degli impianti e dell'innesto di osso, è stato proposto al paziente di sostituire la sua corona incongrua a livello di #24. Per non gravare sui costi, è stato realizzato un provvisorio diretto in composito (mediante impronta della precedente corona del paziente) in seguito a rimozione della corona e limatura del moncone secondo i principi della tecnica protesica BOPT.

Trascorsi i 6 mesi dall'intervento di posizionamento degli impianti e ottenuta la guarigione ossea a livello del seno mascellare, si è proceduto a scopertura degli impianti e posizionamento delle viti di guarigione, eseguendo un intervento di chirurgia mucogengivale di tipo roll-flap e sutura in PTFE 4/0.

Dopo 1 mese è stata presa l'impronta per i provvisori che sono stati realizzati con tecnica "cementata".

Dopo 6 mesi di funzionalizzazione degli impianti e di maturazione dei tessuti gengivali, sono state presa, infine, le impronte definitive.

All'odontotecnico si è chiesto di finire la riabilitazione protesica cambiando la tipologia protesica da "cementata" ad "avvitata". Per questo obiettivo e per trovare la precisione migliore, sono state preparate 2 strutture, una metallica e una in zirconia. Quest'ultima è stata la scelta apparsa migliore.

A circa 7 gg è stato consegnato al paziente il lavoro definitivo in zirconia stratificata in ceramica. Si noti dalle fotografie anche l'integrazione di quest'ultimo con i tessuti gengivali.

Dalla radiografia finale, infine, è visibile il corretto inserimento della riabilitazione fino al collo implantare e la guarigione ossea a livello del seno mascellare con integrazione del prelievo osseo eseguito. Il riassorbimento osseo perimplantare appare essere contenuto.

Stay tuned!


Grazie,

Dr Andrea Candotti



19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page